IN BICICLETTA TRA RISORGIVE E CORSI D’ACQUA DENTRO E FUORI TREVISO

PRESENTAZIONE

Quanta acqua a Treviso! Quante “chiare, fresche e dolci acque” tra i portici e le strade della città dipinta. Odori, a volte di marcio, a volte di acqua che scorre tra le passeggiate delle domeniche di fine autunno. Ma da dove vengono queste acque? Quale il motivo del loro nome? Quali storie hanno visto e cosa ci raccontano ancora? E poi, appena lì fuori, tutti quei corsi d’acqua di qualche chilometri che si pregiano del nome “flumen”, dove vanno? Cosa portano? Mi è venuta voglia di andare a toccarne tutte le sorgenti e in un ideale percorso di storie e memorie, raccontarli pedalando. Ecco allora il racconto del Botteniga, della Piavesella di Nervesa e del Torrente Giavera (per la parte appena a nord di Treviso), del Limbraga, dello Storga, del Rio Piovenzan, del Rio Rul e del Melma. Lo scopo è quello di creare una sorta di anello ideale che vada in su e giù per le zone risorgive poste a nord di Treviso fino a correre lungo queste acque e a scoprirne le sorgenti.

DOVE SIAMO

Siamo a nord di Treviso, in una fascia di circa 6 km in direzione ovest-est e di circa 3 km in direzione nord-sud. Siamo nei territori ei Comuni di Treviso, Villorba, Silea e Carbonera.

area.PNG