IL  MUSON VERSO LORIA

 

 

Caratteristiche tecniche del percorso

Lunghezza : 5,5 km.

Difficoltà : facile

Stagioni:primavera ed estate.

PRATI
PRATI

press to zoom
IL ROSSO
IL ROSSO

press to zoom
IL CILINDRO
IL CILINDRO

press to zoom
PRATI
PRATI

press to zoom

Il punto di partenza del nostro tratto è posto nei pressi della chiesetta di San Pietro in Castello di Godego. La lasciamo alle nostre spalle e percorriamo il tratto sinistro del Muson. Già subito all’inizio all’altezza di una curva ecco un bel capitello votivo.

SAN PIETRO

E poi lo scorrere “nervoso e rosso” del fiume….

IL ROSSO

Inizia da qui un percorso ai bordi del fiume che via via ci porterà ora sul lato destro ed ora sul lato sinistro del fiume. Il primo tratto è nervoso, direi deludente. Si è costretti a transitare ai margini di un centro sportivo bello, ma forse un po’ troppo vicino al corso del fiume.

VICINO

Teniamo il corso più vicino al fiume sino a vedere sulla nostra sinistra, dopo circa 500 metri,  una vecchia casa. 

All’incrocio davanti a noi giriamo a sinistra. Facciamo circa 60 metri e poi giriamo a destra. Facciamo altri 300 metri sulla sponda del Muson con “sguardi” davvero intensi.

SI APRE

Giungiamo quindi all’incrocio con Via Muson ed entriamo sul lato sinistro del fiume. 

A SINISTRA

Da questo punto in avanti un dolce sterrato ci guiderà con visioni davvero interessanti e degne dei sentieri di montagna.

PANCHE

Così per circa 1 km sino all’incrocio con Via Masaccio. Superiamo la strada in direzione nord e avanti (ora sulla sponda destra ) per altri 1,5 km, sino ad un nuovo incrocio. Siamo ora  al confine tra le località di Poggiana (alla nostra destra) e Ramon di Loria (alla nostra sinistra). Un capitello votivo pare porsi a guardia di queste due località così vicine…

MASACCIO

Noi giriamo a sinistra e continuiamo poco dopo a destra per proseguire sul lato destro del fiume. Così per altri 2 km circa.Giungiamo quindi all’uscita che segue…Siamo su via Bassa. La fine di questa tappa!

PRATI